TESSITURE DI PAROLE

Laboratorio itinerante di scrittura creativa, sabato 18 settembre 2021

Il progetto

TESSITURE DI PAROLE è scrivere in un luogo, per un luogo, dentro a un luogo.

TESSITURE DI PAROLE è un percorso di scrittura creativa in movimento che parte dallo sguardo e dall'ascolto per raccontare il villaggio operaio di Crespi d’Adda BG, sito patrimonio dell’UNESCO. 

TESSITURE DI PAROLE è camminare la città, farsi accompagnare da una “guida” che sappia ascoltare l'anima del paese, che lo conosca come si conoscono gli amici. Che faccia conoscere, incontrare ai partecipanti del laboratorio i luoghi migliori, quelli che sanno parlare. Ascoltare quello che accade. Seguire il filo rosso della memoria, del presente. Farsi raccontare dagli incontri, dall'incontro. E poi trovare le parole. Poesia, racconto, autobiografia per tradurre uno sguardo. Una giornata insieme per raccontare, raccontarsi. Andare, stare e fare insieme. 

A chi è rivolto
Massimo di partecipanti: 12
Età: dai 18 anni

Quanto costa
L'evento è GRATUITO ed organizzato dal Comune di Capriate San Gervasio in collaborazione con Unesco Visitor Centre, Associazione Crespi d'Adda e Festival HABITAT_ Scenari Possibili. Festival dei Luoghi del Territorio.<br>Ogni partecipante riceverà anche la piccola pubblicazione "Regolamento di frazione" in omaggio al termine del laboratorio.

Quando
Sabato 18 settembre 2021

Programma della giornata di lavoro
Ore 09:30 - Ritrovo presso l'UNESCO Visitor Centre di Crespi d'Adda in Corso Manzoni 18
Ore 10:00 - Introduzione alla giornata di lavoro.
Ore 10:30 - In cammino per la città. Visita guidata con guida ufficiale dell’Associazione Crespi D’Adda.  Accompagnata dal conduttore del laboratorio per gli appunti di percorso.  Collezione di sensazioni, parole, tracce.
Dalle 13:00 alle 14:30 - Pausa pranzo
Dalle 14:30 alle 18:30 - Laboratorio di scrittura. Traduzione di uno sguardo.  Risistemazione e raccolta delle opere.

Attenzione

1. I partecipanti sono tenuti a portare il materiale necessario per le operazioni di scrittura (taccuino, quaderno, tablet, pc, ecc.)
2. E' richiesto GREEN PASS valido
3. Prenotazione obbligatoria

Come iscriversi
Per procedere all'iscrizione al laboratorio basta inviare una email a info@visitcrespi.it indicando nome/cognome, data di nascita, numero di telefono.

Temi affrontati durante il laboratorio

Ascoltare e guardare. L'inaspettato. L'agguato e la cura. Il simbolo. La realtà. La voce e il nodo d'amore. Io e l'altro. Del “fare” della poesia.  Il racconto del mondo. Il racconto di me. La verità della e nella parola. Il silenzio, il ritmo, lo sguardo. L’osservazione interna ed esterna.  La parola “larga”.

L'accompagnatore delle parole

Cristiano Sormani Valli è nato nel 1972 nella provincia milanese. Ha scritto e pubblicato racconti, poesia, storie per bambini e romanzi. Fra i quali ricordiamo: La Bambina, Moretti&Vitali. Manuale d'Incanto, con le illustrazioni di Alessandra Di Consoli, Sabir Editore. A che pagina è la nostra fortuna? Passi nei giorni straordinari, diario poetico scritto con Gianluigi Gherzi edito da AnimaMundi Editore. Le avventure di Tinglit, il lampalampione, EreticaEdizioni. #cicalio – poesie da Twitter e FaceBook, CicoRivolta edizioni. SINcera, romanzo della FUCINA OKAPI, collettivo di scrittura di cui è fondatore e direttore artistico, Sabir Editore.  Sue opere sono presenti in molte antologie e riviste letterarie. Con la compagnia teatrale ilinx ha realizzato diversi spettacoli coi quali ha partecipato ai più importanti festival italiani.  Immagina cortometraggi coi quali ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti. E’ autore di testi per canzoni a livello nazionale. Quello che gli piace è condividere le sue passioni. Per questo gestisce dal 1993, laboratori di scrittura creativa, di teatro e di realizzazione di cortometraggi.  Collabora con istituti scolastici, università, cooperative sociali e organizzazioni di volontariato internazionale.  Con Gianluigi Gherzi, in collaborazione con AnimaMundi Editore, conduce gli incontri OnLine con poeti da tutta Italia: IL TEMPO CHE VIENE. Collabora che diverse testate giornalistiche e segue dal 2017 il Cantiere Poetico per Santarcangelo.  Ci tiene a dirlo. All’Accademia preferisce il circo, i boschi, il fiume. Agli Eroi, i poeti, i santi e i bambini.